in

CITTADINI MEMBRI DELL’UNIONE EUROPEA

All’interno dell’Unione Europea i cittadini degli Stati Membri possono liberamente circolare e sono vietate le discriminazioni nell’accesso al lavoro.

Il principio della libera circolazione prevede che i cittadini dell’Unione e i loro familiari possano circolare e soggiornare liberamente nel territorio degli Stati Membri.

Salvo espresse previsioni di legge, i cittadini europei possono accedere e svolgere attività di lavoro subordinato alle stesse condizioni dei cittadini italiani. Ciò significa che l’assunzione di colf o badanti cittadini di Stati dell’UE avverrà alle stesse condizioni dell’assunzione di lavoratori italiani.

Vota l'articolo!
[Totale: 0 Media: 0]

LAVORATORI STRANIERI

LAVORATORI EXTRA EUROPEI NON RESIDENTI IN ITALIA